Govone

Odio razziale, contromisure a Torino

Direttive per rendere più efficace il contrasto dei reati motivati dall'odio razziale e dalla discriminazione etnico-religiosa sono state diramate a Torino dal procuratore capo Armando Spataro. Il magistrato ha diffuso anche disposizioni per sveltire i cosiddetti 'affari dell'immigrazione', fra cui le procedure per il riconoscimento o meno della protezione internazionale e di altre forme di protezione umanitaria.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie